CATEGORIE DEL BLOG:
Cerca nel blog:
27
gen-2018

Itinerario tra i siti Unesco in Umbria

Siti Unesco in Umbria - Assisi

La Valle Umbra nasconde alcuni tesori del Patrimonio dell’Umanità. Vieni a conoscerli!

Questo nuovo itinerario che ti proponiamo nella nostra regione, ti permette di scoprire i luoghi che sono entrati a far parte della lista dei siti Patrimonio dell’Umanità che comprende ben 1073 tra beni culturali, naturali e misti, tutelati dall’Unesco in tutto il mondo.

Di questi, 53 si trovano in Italia, paese detentore del maggior numero di siti riconosciuti a livello mondiale e ben 7 si trovano nel Cuore Verde d’Italia, precisamente nella Valle Umbra. In particolare queste 7 meraviglie hanno una tematica specifica che li racchiude in due gruppi:

  • Assisi, la Basilica di San Francesco e gli altri luoghi francescani
  • Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 a.C.)

Assisi, la Basilica di San Francesco e gli altri luoghi francescani

Per ogni luogo che viene dichiarato Patrimonio Unesco, è necessario che l’organizzazione motivi la sua scelta. Per quanto riguarda Assisi e gli altri luoghi legati al culto di San Francesco, alcune spiegazioni relative alla sua inclusione si basarono sul fatto che la cittadina rappresenta un insieme di capolavori del genio creativo umano, come la Basilica di San Francesco, che ne ha fatto un riferimento fondamentale alla storia dell’arte in Europa e nel mondo, inoltre l’Ordine Francescano ha contribuito in modo significativo allo sviluppo dell’arte e dell’architettura nel mondo.

Il 30 novembre 2000 vennero eletti questi primi siti Unesco in Umbria:

  1. La città di Assisi
  2. La Basilica di Santa Maria degli Angeli e Palazzo del Capitano
  3. Il Santuario di Rivotorto e paesaggio storico
  4. La chiesa di San Damiano
  5. L’Eremo delle Carceri

Longobardi in Italia

Nella parte meridionale della Valle Umbra, troviamo le tracce lasciate dalla popolazione germanica dei Longobardi che tra il sesto e l’ottavo secolo a.C. arrivarono in Italia, guidati inizialmente dal Re Alboino.

La diffusione della cultura di questo popolo, toccò tutti gli aspetti della vita dell’epoca, da quello sociale  a quello culturale, a quello politico e militare, tanto che ancora oggi in tutto il territorio italiano, troviamo traccia del loro passaggio e della fusione tra il mondo nord europeo e quello mediterraneo dell’epoca.

Tale sintesi culturale e artistica tra patrimonio romano, spiritualità cristiana, influenza bizantina e valori derivati dal mondo germanico, hanno spinto l’Unesco ad interessarsi delle ultime testimonianze rimaste di questa pietra miliare della storia della nostra Penisola. A tal proposito, in Umbria, i luoghi legati da questo fil rouge, che sono stati dichiarati siti Unesco sono due:

  1. Il Tempietto del Clitunno (Campello sul Clitunno, PG)
  2. La Basilica di San Salvatore (Spoleto, PG)

IMG_5353

Pronto/a visitarli tutti?

Per scegliere dove dormire e avere una consulenza sull’itinerario, contattaci a info@myumbria.net

 

 

0

 "Mi piace" / 0 Commenti
Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivio

> <
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec