CATEGORIE DEL BLOG:
Cerca nel blog:
02
feb-2018

Spaghetti bio al cavolo cappuccio viola

Questa volta facciamo un’incursione nelle vicine Marche e scopriamo come una ricetta semplicissima con spaghetti bio può diventare un piatto da grandi chef, se reinterpretata con un guizzo di creatività e ingredienti selezionati.

Gli “spaghetti Girolomoni® al cavolo cappuccio viola” sono una proposta di Andrea Marzoli, chef della Locanda Girolomoni® .

La ricetta riprende uno dei piatti più semplici e gustosi della tradizione italiana – gli spaghetti aglio, olio e peperoncino – aggiungendo ad essi un ingrediente dal colore vivace e dalle mille virtù.

Verdura principalmente invernale, disponibile per molti mesi nell’arco dell’anno, il cavolo cappuccio viola è ricco di fibre, beta-carotene, antiossidanti e potassio, preziosi per il nostro organismo. Proprietà che spesso si perdono se l’ortaggio viene cotto. Anche per questo Andrea Marzoli ha scelto di proporli crudi nel suo piatto originale. Dopo averli affettati finemente vanno messi a bagno in acqua e  ghiaccio per preservare la brillantezza di questo stupefacente colore viola, che dona energia al piatto.

Ricetta degli spaghetti bio al cavolo cappuccio viola

Ingredienti (per 4 persone)

  • 1 spicchio di aglio
  • 400 gr spaghettoni Girolomoni
  • 100 gr cavolo cappuccio viola
  • 1 acciuga sott’olio
  • 5 capperi
  • Peperoncino in polvere qb
  • Olio extravergine di oliva qb
  • Sale qb

PROCEDIMENTO della ricetta degli spaghetti bio al cavolo cappuccio viola

Affettate finemente il cavolo cappuccio e poi mettetelo a bagno in acqua e ghiaccio.

Pulite e private dell’anima l’aglio e tagliatelo a fette, fatelo soffriggere in padella fino a quando non avrà assunto un color nocciola e poi riponetelo su della carta assorbente.

Cuocete la pasta in abbondante acqua salata, scolatela al dente in modo da ultimarne la cottura facendo saltare gli spaghetti nell’olio in cui è stato soffritto l’aglio con le acciughe, i capperi battuti (devono essere stati dissalati) e il peperoncino, a vostro piacimento.

Terminata la cottura, decorare con l’aglio fritto tritato e il cavolo cappuccio croccante.

0

 "Mi piace" / 0 Commenti
Condividi questo articolo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Archivio

> <
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec
Jan Feb Mar Apr May Jun Jul Aug Sep Oct Nov Dec